DETTAGLI GARA - ID 2017/40

Stato: Pubblicazione


Registrati o Accedi per partecipare

Ente beneficiarioComune di Cirò Marina
ProceduraAperta
CriterioQualità Prezzo
OggettoServizi
AFFIDAMENTO A TERZI DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA. - Anno Scolatico 2017/2018 - 2018/2019. Comune di Cirò Marina (Kr ).
CIG7197906BED
CUP
Totale appalto€ 612.241,00
Data pubblicazione19/09/2017 Termine accesso agli attiVenerdi - 27 Ottobre 2017 - 10:00
Scadenza presentazione offerteVenerdi - 27 Ottobre 2017 - 12:00 Apertura delle offerteLunedi - 30 Ottobre 2017 - 10:00
Categorie
  • 555231 - Servizi di mensa scolastica
Breve descrizioneL’appalto ha per oggetto l’affidamento del servizio di refezione scolastica  del Comune di Cirò Marina per 2 anni scolastici 2017/18- 2018/19 ( a.s. dal 01.10. al 30.05 dell'anno successivo). Tale servizio verrà erogato in favore degli alunni delle scuole materne, elementari, nonché del relativo personale scolastico avente diritto.
Struttura proponenteServizio Pubblica Istruzione
Responsabile del servizioArch. Mario PataniseResponsabile del procedimento
Allegati
File pdf bando-di-gara - 604.27 kB
19/09/2017 12:06
File pdf capitolato-speciale-dappalto - 4.70 MB
19/09/2017 12:06
File pdf disciplinare-di-gara - 792.73 kB
19/09/2017 12:06
File pdf duvri-gara-2-anni - 201.64 kB
19/09/2017 12:06
File docx 1-dgue-forniture-servizi. - 67.09 kB
19/09/2017 12:06
File pdf nuovo-calcolo-incidenza-della-manodopera - 554.71 kB
11/10/2017 09:56
File pdf nuovo-calcolo-incidenza-della-manodopera - 554.71 kB
11/10/2017 10:21

Avvisi di gara

11/10/2017Modifica date procedura Aperta: AFFIDAMENTO A TERZI DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA. - Anno Scolatico 2017/2018 - 2018/2019. Comune di Cirò Marina (Kr ).
Si comunica l'avvenuta modifica delle date relative la procedura in oggettoA seguire la tabella riepilogativa delle date aggiornateTermine accesso agli atti27/10/2017 10:00Scadenza presentazione offerte27/10/2017 12:00Apertura delle offerte30/10/2017 10:0...
11/10/2017N.40/20107 - ERRATA CORRIGE - INCIDENZA DELLA MANODOPERA - PROROGA GARA - AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA - ANNO SCOLASTICO 2017/2018 - COMUNE DI CIRO' MARINA ( KR)
SI COMUNICA CHE A CAUSA DI UN ERRORE MATERIALE E' STATO RIPORTATO, SUL C.S.A, UNA CALCOLO, RIGUARDANTE LA VALUTAZIONE DELL'INCIDENZA DELLA MANODOPERA, ERRATO. PERTANTO SI PREGA DI TENER CONTO DELLA SCHEDA ALLEGATA ALLA PRESENTE.  A TAL ...

Chiarimenti

  • 29/09/2017 12:32 - Buongiorno,
    con la presente chiediamo chiarimenti in merito al Criterio di valutazione B7 dell'art.15 del Capitolato (vedasi anche art. 6.3), in particolare sull'attribuzione del punteggio per la certificazione Ecolabel UE. Da quanto ci risulta, tale certificazione può essere rilasciata soltanto su prodotti (ad es. detersivi) o su tipologie di servizi diversi da quello oggetto di gara.Chiediamo pertanto di chiarire in base a quali criteri verrà attribuito il punteggio in questione: "ECOLABEL UE punteggio pieno di 7 per il possesso di questa certificazione".
    Certi di un Vostro riscontro porgiamo
    Distinti Saluti.
     


    In riferimento alla richiesta di chiarimento  in merito al criterio di valutazione B7 dell’art.15 del capitolato relativamente all’attribuzione  del punteggio per la certificazione Ecolabel si precisa:
    PREMESSO che
    1. Ecolabel UE è il marchio di qualità ecologica dell’Unione Europea (Ecolabel UE) che contraddistingue prodotti e servizi che pur garantendo elevati standard prestazionali sono caratterizzati da un ridotto impatto ambientale durante l’intero ciclo di vita.
    2. La prestazione ambientale è valutata su base scientifica analizzando gli impatti ambientali più significativi durante l’intero ciclo di vita del prodotto o del servizio, tenendo anche conto della durata della vita media dei prodotti e della loro riutilizzabilità/riciclabilità e della riduzione degli imballaggi e del loro contenuto di materiale riciclato.
    3. I criteri Ecolabel, stabiliti a livello europeo con un’ampia partecipazione di parti interessate tra cui anche associazioni europee di consumatori e ambientaliste, riguardano anche aspetti importanti inerenti la salute e la sicurezza dei consumatori.
    4. L'Ecoetichetta europea (EU Ecolabel nella dicitura inglese), è un marchio europeo usato per certificare (secondo il regolamento CE n. 66/2010) il ridotto impatto ambientale dei prodotti o dei servizi offerti dalle aziende che ne hanno ottenuto l'utilizzo.
    5. È rappresentato da una margherita stilizzata avente le dodici stelle della bandiera dell'Unione europea come petali e, al centro, una "E" arrotondata.
    6. Il rispetto dell'ambiente deve essere certificato attraverso una serie di criteri definiti per ogni categoria di prodotto, valutati sulla base di un'analisi della vita dei prodotti, sui costi di smaltimento, sugli imballi e sui consumi, secondo procedure normate nella ISO 14040.
    7. L'utilizzo del marchio deve sottostare a un contratto ed è permesso per il solo prodotto richiedente, infatti è rilasciato per il prodotto e non per l'azienda.
    8. Inoltre diversi Paesi europei prevedono agevolazioni o incentivi per i prodotti con marchio Ecolabel UE. Ad esempio in Italia la legge 221/2015 “Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali”, come modificata dal nuovo «codice degli acquisti pubblici» (D.Lgs 50/2016), dispone agevolazioni per gli operatori economici che in una procedura d’acquisto pubblica offrono prodotti in possesso del marchio Ecolabel UE.
    Alla luce di quanto sopra si ritiene di assegnare i punti prestabiliti, nella misura max di 7, per ogni prodotto utilizzato dalla ditta che abbia la certificazione ecolabel  tanto più che i prodotti e i servizi a marchio Ecolabel devono rispettare dei criteri predefiniti che ne garantiscono l’eccellenza ambientale e qualitativa, elaborati tenendo conto di aspetti:
    - Prestazionali (efficienza, durata, etc).

    - Di composizione (materiali usati e contenuto di determinate sostanze).
    - Di processo produttivo (efficienza ambientale del processo, impiego di determinate sostanze).
    - Di fine di vita del prodotto (recuperabilità, riciclabilità e disassemblaggio).
    distinti saluti
     
    06/10/2017 09:50
  • 02/10/2017 17:47 - Buonasera,
    con la presente chiediamo di poter effettuare il sopralluogo per la gara in oggetto.
    Si indica preferibilmente il giorno 06 ottobre p.v. nell'orario a Voi più consono.
    In attesa di Vs cortese riscontro porgiamo
    Distinti saluti.


    Si conferma, ai fini del sopralluogo obbligatorio, la data di giorno 06 ottobre p.v. alle ore 11:00.
    distinti saluti.
    04/10/2017 12:04
  • 04/10/2017 11:42 - Buongiorno,
    con la presente chiediamo chiarimenti in merito al Criterio di valutazione B7 dell'art.15 del Capitolato (vedasi anche art. 6.3), in particolare sull'attribuzione del punteggio per la certificazione Ecolabel UE. Da quanto ci risulta, tale certificazione può essere rilasciata soltanto su prodotti (ad es. detersivi) o su tipologie di servizi diversi da quello oggetto di gara.Chiediamo pertanto di chiarire in base a quali criteri verrà attribuito il punteggio in questione: "ECOLABEL UE punteggio pieno di 7 per il possesso di questa certificazione".
    Certi di un Vostro riscontro porgiamo
    Distinti Saluti.
     


    In riferimento alla richiesta di chiarimento  in merito al criterio di valutazione B7 dell’art.15 del capitolato relativamente all’attribuzione  del punteggio per la certificazione Ecolabel si precisa:
    PREMESSO che
    1. Ecolabel UE è il marchio di qualità ecologica dell’Unione Europea (Ecolabel UE) che contraddistingue prodotti e servizi che pur garantendo elevati standard prestazionali sono caratterizzati da un ridotto impatto ambientale durante l’intero ciclo di vita.
    2. La prestazione ambientale è valutata su base scientifica analizzando gli impatti ambientali più significativi durante l’intero ciclo di vita del prodotto o del servizio, tenendo anche conto della durata della vita media dei prodotti e della loro riutilizzabilità/riciclabilità e della riduzione degli imballaggi e del loro contenuto di materiale riciclato.
    3. I criteri Ecolabel, stabiliti a livello europeo con un’ampia partecipazione di parti interessate tra cui anche associazioni europee di consumatori e ambientaliste, riguardano anche aspetti importanti inerenti la salute e la sicurezza dei consumatori.
    4. L'Ecoetichetta europea (EU Ecolabel nella dicitura inglese), è un marchio europeo usato per certificare (secondo il regolamento CE n. 66/2010) il ridotto impatto ambientale dei prodotti o dei servizi offerti dalle aziende che ne hanno ottenuto l'utilizzo.
    5. È rappresentato da una margherita stilizzata avente le dodici stelle della bandiera dell'Unione europea come petali e, al centro, una "E" arrotondata.
    6. Il rispetto dell'ambiente deve essere certificato attraverso una serie di criteri definiti per ogni categoria di prodotto, valutati sulla base di un'analisi della vita dei prodotti, sui costi di smaltimento, sugli imballi e sui consumi, secondo procedure normate nella ISO 14040.
    7. L'utilizzo del marchio deve sottostare a un contratto ed è permesso per il solo prodotto richiedente, infatti è rilasciato per il prodotto e non per l'azienda.
    8. Inoltre diversi Paesi europei prevedono agevolazioni o incentivi per i prodotti con marchio Ecolabel UE. Ad esempio in Italia la legge 221/2015 “Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali”, come modificata dal nuovo «codice degli acquisti pubblici» (D.Lgs 50/2016), dispone agevolazioni per gli operatori economici che in una procedura d’acquisto pubblica offrono prodotti in possesso del marchio Ecolabel UE.
    Alla luce di quanto sopra si ritiene di assegnare i punti prestabiliti, nella misura max di 7, per ogni prodotto utilizzato dalla ditta che abbia la certificazione ecolabel  tanto più che i prodotti e i servizi a marchio Ecolabel devono rispettare dei criteri predefiniti che ne garantiscono l’eccellenza ambientale e qualitativa, elaborati tenendo conto di aspetti:
    - Prestazionali (efficienza, durata, etc).

    - Di composizione (materiali usati e contenuto di determinate sostanze).
    - Di processo produttivo (efficienza ambientale del processo, impiego di determinate sostanze).
    - Di fine di vita del prodotto (recuperabilità, riciclabilità e disassemblaggio).
    distinti saluti


     
    06/10/2017 09:50
  • 09/10/2017 21:55 - Spett.le Stazione Appalte,
    la presente per esporre un’incongruenza significativa su quanto riportato nelle analisi economiche di pagina 38 del Capitolato e nel costo personale di pag. 39.
    Orbene, l’incidenza a pasto delle figure professionali impiegate nell’appalto, di pag. 39, è stato calcolato su una base di 108.329 pasti annui, che ne determina un’incidenza a pasto di € 1,56. Tornando però a pag. 38, nell’analisi economica dell’appalto (e come peraltro riportato all’art. 7 del Capitolato), notiamo che i calcoli delle varie voci di costo vengono elaborate in base a 87.463 pasti annui. Ciò determina un forte aumento del costo (presunto) del personale, pari ad oltre il 25%, che arriva ad incidere € 1,96 a pasto (il 56% della base d’asta).
    Questa incongruenza diviene ancora più penalizzante se si considera la formula applicata per l’attribuzione del punteggio all’offerta economica, riportata nell’art. 15, punto A) del Capitolato. Tale formula, infatti, permetterebbe notevoli differenze di punteggio tra le offerte in gara, privilegiando sicuramente chi intende offrire un servizio basato sul prezzo e non sulla qualità e andando a vanificare l’intento nobile di chi ha redatto il Capitolato di gara che, con gli 80 punti dell’offerta qualitativa, mirava sicuramente a garantire un servizio altamente qualitativo, forse ignorando la possibile ripercussione della formula economica.
    Alla luce di quanto sopra, chiediamo di rettificare le incongruenze rilevate e di valutare la modifica della formula di cui all’art. 15 punto A) del Capitolato nonché alla “PARTE SECONDA” del disciplinare di gara, formula c.d. “del ribasso secco”, a favore della formula lineare basata sul prezzo (es. P=20x[Pmax/Po])
    Certi di un Vs gentile riscontro porgiamo
    Distinti Saluti.


    Il sottoscritto arch. Mario Patanisi, in qualità di responsabile del'Area Pubblica Istruzione, in riferimento al quesito trasmesso a codesta Stazione Appaltante ritiene che la stessa possa essere accolta in quanto per mero errore materiale  risulta allegata al Capitolato Speciale d’appalto  per la gara della refezione scolastica per l'anno 2017-18-19 una tabella errata. Effettivamente il costo del personale varia da € 1,56 a € 1,93.
    Per quanto riguarda la formula di valutazione del prezzo si ritiene che la stessa sia corretta salvo vs diversa interpretazione.
    A tal fine si allega nuova tabella  “ incidenza personale”
     
    SCUOLA ALUNNI  DOCENTI ATA     incidenza personale distribuzione
       ISCRITTI X MENSA         figura  unità ore giorno giorni mensa costo orario costo annuo    
    PRIMARIA BUTERA  192 177 28 2     add. Mensa  4 2 149 17,62  €          21.003,04    
    INFANZIA ARTINO 87 74 12 2     add. Mensa  2 2 149 17,62  €          10.501,52    
    INFANZIA RAJANI 40 33 4 1     add. Mensa  1 2 149 17,62  €            5.250,76    
    INFANZIA AFFATATO 49 37 4 1     add. Mensa  1 2 149 17,62  €            5.250,76    
    INFANZIA CAPO TRIONTO  57 44 8 2     add. Mensa  1 2 149 17,62  €            5.250,76    
    PRIMARIA WOJTYA 126 126 20       add. Mensa  3 2 149 17,62  €          15.752,28    
    INFANZIA DON VITETTI 59 59 7       add. Mensa  1 2 149 17,62  €            5.250,76    
    TOTALE USUFRUITORI GIORNO   550 83 8 641              costo annuo totale   n. pasti anno inc. pasto
                           €          68.259,88 87463  €       0,78
        2017/2018 2018/2019                      
    SETTEMBRE    5 5       incidenza personale costo di produzione
    OTTOBRE    22 22       figura  unità ore giorno giorni mensa costo orario costo annuo    
    NOVEMBRE    21 21       cuoco 1 6 149 19,77  €          17.674,38    
    DICEMBRE    15 15       aiuto cuoco 1 6 149 17,87  €          15.975,78    
    TOTALE PARZIALE   63 63   126   add. Mensa 1 4 149 17,62  €          10.501,52    
    GENNAIO    19 19       add. Mensa 1 4 149 17,62  €          10.501,52    
    FEBBRAIO    20 20       inserviente 1 4 149 16,55  €            9.863,80    
    MARZO    22 22       inserviente 2 4 149 16,55  €          19.727,60    
    APRILE    19 19                  costo annuo totale   n. pasti anno inc. pasto
    MAGGIO   21 21                  €          84.244,60 87463  €       0,96
    GIUGNO    5 5                      
    GIORNI MENSA ANNO SCOLASTICO   169 169 0 338                  
                  incidenza personale costo di trasporto
                  figura  unità ore giorno giorni mensa costo orario costo annuo    
                  autista 1 3 149 17,87  €            7.987,89    
                  autista 1 3 149 17,87  €            7.987,89    
                                 
                             
                               
                                 
                           costo annuo totale   n. pasti anno inc. pasto
                             €          15.975,78 87463  €       0,18
                               
                          totale incidenza personale    €       1,93
    10/10/2017 18:16
  • 19/10/2017 10:25 - Buongiorno,
    la presente per chiedere conferma sulla possibilità di inserire in gara la cauzione e la ricevuta del pagamento dell'AVCP riportanti la scadenza del 12 Ottobre, ovvero emessi prima della proroga.
    Chiediamo inoltre se la cauzione dev'essere firmata soltanto digitalmente e non in calce.
    Restando in attesa di Vs gentile riscontro porgiamo
    Distinti saluti.
     


    Buongiorno,
    in risposta al quesito pervenuto si risponde come appresso riportato:
    1) la cauzione deve riportare le date aggiornate;
    2) il pagamento all'Autorità di Vigilanza può  riportare la data relativa alla scadenza originaria;
    3) il tutto deve essere firmato digitalmente.
    distinti saluit

    la SUA  
     
    23/10/2017 12:29

Registrati o Accedi per chiedere chiarimenti

TuttoGare

Norme tecniche di utilizzo | Policy Privacy | Help Desk 895 500 0024 - Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

SUA - Provincia di crotone

Via - M. Nicoletta - Crotone (KR)
Tel. 0962.952349 - Fax. 0962952252 - Email: sua@provincia.crotone.it - PEC: sua@pec.provincia.crotone.it -